search cart

I nostri consigli

MESSA A DIMORA IN VASO: la messa a dimora di piante acquistate in vaso può essere effettuata in qualsiasi momento, è bene che quando sarà estratta dal vaso non sia troppo bagnata, poi seguire le seguenti semplici operazioni: preparare la buca in piena terra o il nuovo vaso (almeno 30 cm di diametro) con buona terra, disporre un pò di concime organico mescolato alla terra sul fondo, posizionare la pianta ( se possibile con le foglie esposte a sud) e comprimere bene la terra in aggiunta sui lati contro la zolla. Annaffiare bene e disporre sulla terra, in superficie intorno alla pianta, uno strato di pacciame, vanno bene foglie secche, corteccia ecc....

 

A ZOLLA: è bene mettere a dimora la pianta acquistata a zolla prima possibile, le radici esterne sono scoperte, se non è possibile mantenerle umide e protette, poi seguire le seguenti semplici operazioni: preparare la buca in piena terra o il nuovo vaso (almeno 30 cm di diametro) con buona terra, disporre un pò di concime organico mescolato alla terra sul fondo, posizionare la pianta ( se possibile con le foglie esposte a sud) e comprimere bene la terra in aggiunta sui lati contro la zolla. Annaffiare bene e disporre sulla terra, in superficie intorno alla pianta, uno strato di pacciame, vanno bene foglie secche, corteccia ecc....

 

A RADICE NUDA: è bene mettere a dimora le piante acquistate a radice nuda prima possibile (in caso contrario mantenere le radici umide, magari con un pò di terra bagnata). La messa a dimora di piante a radice nuda è un operazione semplice ma va fatta con molta cura: si accorciano leggermente le radici grandi in punta, poi si immergono in acqua per una mezzora, si accorciano i rami lasciandone circa 20 cm, ciascun ramo deve avere l'ultima gemma esterna; è preferibile allevare le rose a radice nuda prima in vaso e poi in piena terra quando avranno prodotto nuovi getti e quindi nuove radici, cresceranno prima e con maggior vigore. in ogni modo preparati il vaso o la buca in piena terra con buon concime organico sul fondo, si allargano con cura le radici comprimendo con buona energia la terra con la quale vengono gradualmente ricoperte fino al colletto. Annaffiare abbondantemente e disporre sulla terra, in superficie intorno alla pianta, uno strato di pacciame, vanno bene foglie secche, corteccia ecc....

 

POTATURA

Si può fare solo un discorso generale sulla potatura, ogni varietà, persino ogni singola pianta richiede la sua particolare potatura, ma anche ogni singola posizione, terreno o spazio che la rosa occupa.                                                                                                                                               Per questi motivi possiamo suggerire in generale: nessuna potatura, il primo anno per le rampicanti e le sarmentose (Noisette, Wichurana, Tea Rampicanti).                                                                 Accorciare di un terzo le Portland, Galliche, Damascene ed Alba e togliere i rami secchi e troppo vecchi, ogni ramo che si accorcia deve avere l'ultima gemma esterna.                                         Togliere i rami traversi nelle Cinesi e i rami esausti (quando producono rametti fitti sempre più sottili e corti), senza sfoltire la pianta.                                                                                                 Le rose Tea si allargano gradualmente, togliere solo i rami traversi e di quelli troppo vicini i più deboli ed eventualmente compattare la pianta.                                                                                   Le rose Moschate tendono ad allargarsi, si può lasciare che crescano in modo spontaneo, con il tempo si riempiranno anche all'interno, oppure accorciare i rami troppo lunghi se rendono la piante, inizialmente, poco equilibrata.                                                                                                   Le Bourbon hanno rami lunghi e sottili, possono essere utilizzate come piccole rampicanti o come cespugli allargati, va comunque tolto il legno corto alla base ed accorciati i rametti laterali, può essere soggetta all'oidio, sfoltire all'interno dove è troppo densa.                                                       Le rampicanti vanno guidate ed appoggiate ad un sostegno, dopo il primo anno lasciare solo i getti più forti che saranno i rami permanenti su cui crescerà tutta la pianta, poi accorciare i rametti laterali lasciando poche gemme, l'ultima esterna.                                                                              Le Sarmentose tendono a produrre numerosi e lunghi getti basali sono adatte a coprire, possono essere lasciate crescere in modo naturale togliendo solo i rami vecchi o malati oppure, in alcune varietà ( le Tea-Noisettes) si possono lasciare solo alcuni getti più forti e fatte crescere come le rampicanti.                                                                                                                                         Per tutte le varietà va ovviamente tolto il secco, i rami ammalati e i rami vecchi e improduttivi.      Evitare sempre una potatura drastica (come nelle rose moderne) le rose antiche fioriscono anche sui rami dell'anno precedente e spesso crescono poco alla volta raggiungendo anche dimensioni notevoli.                                     

 

 

A BREVE METTEREMO ANCHE LE FOTO

Rosso Tiziano su Gardenia Gennaio 2017

Copyright

Tutto il materiale presente su questo sito è di proprietà di Rosso Tiziano. Sito web realizzato dalla web agency cafarotti.it

Contatti

 Telefono:331 2344962

Le nostre pagine

Accettiamo

Top of Page